VISIONE ESISTENZIALE

Diogene andava in giro con la lanterna dicendo: “cerco l’uomo…”…non diceva “cerco la gallina, la giraffa, la formica, il rinoceronte, lo stambecco…”, no! Diceva: “cerco l’uomo…”. Perché è l’uomo che si è perso.

L’uomo è l’animale più evoluto? La risposta a questa domanda sembrerebbe del tutto scontata…eppure, a pensarci bene, si può fare satira solo sugli uomini! La comicità e la satira infatti esistono a causa delle contraddizioni dell’uomo e della struttura sociale che ha creato.

La mia satira esistenziale è un’osservazione sul male di vivere peculiare dell’essere umano in antitesi all’istintiva saggezza degli animali che l’“animale-uomo” misconosce, perché troppo intento alla propria autocelebrazione, in virtù della quale si reputa arrogantemente superiore a tutti gli altri esseri viventi.

Il mio messaggio è un invito a prendere coscienza della drammatica situazione causata dalla mentalità egoistico-consumistica-materialistica, da cui ci si può liberare, a mio avviso, sintonizzando le antenne della nostra intelligenza sulle Frequenze Alte dei Profondi Insegnamenti dei Grandi Saggi che sono apparsi sulla Terra nel corso dei millenni.

Risvegliando l’assopita Intelligenza Spirituale sarà possibile uscire dalla palude melmosa in cui la specie umana arranca affannosamente – vita complicata con pensiero superficiale – per arrivare a vivere una vita semplice con pensiero elevato, ottenendo così la pace interiore che consente di essere veramente felici, perché in connessione continua col Divino.